Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

News

  09.05.2019 - Norme di comportamento da tenersi durante le sedute di laurea

Al termine delle proclamazioni i neo-laureati, i loro amici e i familiari sono invitati ad attenersi a specifiche regole comportamentali che garantiscono la dignità e il decoro dell’istituzione universitaria e tali da evitare danni a persone e cose.

Eventuali feste devono essere preventivamente autorizzate e devono svolgersi in locali adiacenti appositamente destinati.

E’ fatto divieto, dentro e fuori gli spazi universitari, di:

- lanciare coriandoli, fumogeni e qualsivoglia prodotto che possa danneggiare o deturpare muri, strade, aiuole ed altri beni mobili ed immobili dell’Ateneo e delle zone circostanti;

- allestire zone di ristoro con somministrazione di cibi e bevande alcoliche e non;

imbrattare spazi interni ed esterni e il calpestio delle aiuole;

aprire e abbandonare su strade e marciapiedi bottiglie e altri oggetti di vetro che possano costituire pericolo per i passanti;

affiggere su muri e alberi manifesti e foto di vario tipo;

effettuare schiamazzi, urla e smodatezze verbali che possano recare disturbo alle lezioni, al personale dell’Ateneo.

Ove tali festeggiamenti sfociassero in comportamenti penalmente perseguibili, integrando fattispecie di danneggiamento o deturpamento (artt. 345, 635, 635-bis, 664, 639, 733 cod. pen.), furto (art. 624 cod. pen.), molestie (artt. 659, 660 cod. Pen.), l’Ateneo provvederà a denunciare i responsabili all’Autorità giudiziaria per l’irrogazione delle previste sanzioni.

Nel caso di danni accertati, l’Università esperirà le appropriate azioni a carattere risarcitorio nei confronti dei responsabili a tutele del proprio patrimonio e della sicurezza.

                                                                                      Il Rettore
                                                                            (Prof. Vincenzo Zara)

 
Prot. N. 73531-I/3
del 07/06/2018