Martedi' 2 settembre, alle ore 11:00, presso l'Aula Anni, il dott. Umberto Gambardella (INFN, Sezione di Napoli, Gruppo Collegato di Salerno) terrà un seminario dal titolo:

Nuove infrastrutture INFN per la superconduttività di potenza

Abstract: Presso il Gruppo Collegato di Salerno si realizzano attività di R&D su fili superconduttori in stretta collaborazione con le Sezioni di Genova e Milano. Abbiamo collaborato in passato ai programmi di studio su MgB2, Nb3Sn (Ma-Bo, CANDIA), e attualmente collaboriamo a ricerche su fili a basse perdite in NbTi ed applicazioni dei nastri 2G YBCO. Il laboratorio di Salerno è dotato di specifiche attrezzature (magnetometro VSM da 16 T, camera cryogen free, gas flow cryostat a temperatura variabile, campi magnetici di background fino a 12 T) per la caratterizzazione di materiali superconduttori e lo studio delle proprietà di trasporto di corrente. Dopo l'esperienza del dipolo curvo a rampa veloce per il SIS 300 (GSI), sviluppata dal gruppo magneti superconduttori INFN, si è posto il problema della mancanza di un sito in Italia dove svolgere test estensivi su tale tipologia di magneti. E’ stata quindi avanzata la proposta di un PON per un laboratorio dedicato alla superconduttivitàˆdi potenza, presso l'Università' di Salerno, dotato di un refrigeratore criogenico in He super-critico e di alimentatori in alta corrente a rampa veloce, oltre che di una stazione di misura per cavi di potenza superconduttori in alto campo magnetico. Si è ottenuto un finanziamento (3.5 Meuro) per il refrigeratore criogenico e la criogenia di prossimità, insieme all'alimentatore da ± 10 kA +50/-40 V o ±20 kA +25/-20 V. Queste attrezzature costituiscono l'insieme essenziale minimo per svolgere test di base su magneti per acceleratori.

Ref. Prof. Paolo Bernardini